Energia rinnovabile,verso un nuovo mondo.

Perchè passare all’energia rinnovabile?

Pensare che le fonti di energia tradizionali come petrolio carbone o gas durino per sempre…

è come credere che la terra sia piatta,

ma senza offendere i terrapiattisti,

è urgente investire capire ed informarsi sulle energie rinnovabili,

basterebbe guardare la classifica delle città più inquinate al mondo!

Oltretutto le vecchie fonti di energia sono altamente inquinanti,

proprio perchè la loro estrazione e combustione va ad essere uno dei maggiori colpevoli del riscaldamento globale.

La soluzione è quindi utilizzare le energie rinnovabili che sono economiche pulite e sostenibili dal punto di vista ambientale.

Vediamo ora quante e quali sono osservandone i dati.

energia rinnovabile
energia rinnovabile

Quali Sono le energie rinnovabili?

La definizione di energia rinnovabile è

“una qualsiasi fonte energetica che si rigenera almeno alla stessa velocità con cui si utilizza”

Stando ai dati resi pubblici dal GSE nel 2019 – relativi al 2017 –

in Italia la produzione lorda complessiva da fonti rinnovabili ha raggiunto il 35% del mix per l’elettricità.

Ma l’obbiettivo è di diventare indipendenti dalle energie fossili molto presto.

Possiamo distinguere e suddividere le varie tipologie in:

  • Energia idroelettrica
  • Solare
  • Eolica
  • Geotermica e biomasse

Queste energie pulite sono concretamente un’alternativa all’estrazione di petrolio,

all’energia nucleare e all’estrazione di carbone.

Inoltre sono molto meno pericolose,ricordiamo appunto il disastro di chernobyl

o il più attuale disastro in brasile che ha coinvolto 132 spiagge.

Ma capiamo ora nel dettaglio le energie rinnovabili.

Energia rinnovabile Idroelettrica

Cos’è l’energia idroelettrica?

energia idroelettrica
energia idroelettrica

Viene chiamata anche energia idrica o energia idraulica

ed è quell’energia che nasce usando il movimento di grandi volumi di acqua che cade.

Questa grande massa di acqua, muovendosi,

genera energia cinetica e, per mezzo di un alternatore ed una turbina, si trasforma in elettricità.

La trasformazione in energia inizia dopo il superamento di un salto da parte dell’acqua.

Per mezzo del salto si ottiene infatti la trasformazione dell’energia potenziale in cinetica

e, dopo, l’energia cinetica si trasforma, grazie ad un alternatore unito ad una turbina, in energia elettrica.

In italia si parla in totale di una produzione di circa 46 TWh annui, pari al 16,5% dell’elettricità prodotta nella nostra nazione.

E il numero degli impianti nel territorio italiano sfiora le 4.300 strutture molte delle quali risalenti a 50/70 anni fa.

Questi numeri comunque fanno ben sperare considerando che l’italia è piena di corsi d’acqua,

non a caso quella idrica è prima per produzione di elettricità tra le energie rinnovabili.

Leggi anche: Inquinamento della terra,continui a stare con le mani in mano?

Energia rinnovabile solare

Naturalmente questa energia è un’energia pulita derivante dal sole

che possiamo convertire in elettricità o energia termica per il riscaldamento e il raffreddamento di ambienti.

energia solare
energia solare

La stella madre del nostro sistema solare è infatti una potentissima sorgente di energia.

In mancanza di di essa, non ci sarebbe nessuna forma di vita sulla Terra.

Quindi è decisamente una fonte rinnovabile ed è a disposizione di tutti.

Attualmente è spesso utilizzata per soddisfare la richiesta di energia di abitazioni e uffici,

ma ha anche diversi altri scopi,

Leggi anche: Auto elettrica tesla,il futuro è già arrivato

come riscaldare l’acqua calda sanitaria che noi tutti utilizziamo per lavarci o alimentare la rete elettrica di piccoli paesi.

Ma in che modo funziona l’energia del sole?

Diamo un’occhiata più da vicino e guardiamo il funzionamento dell’ energia solare ,

quindi vediamo cosa sono i pannelli solari e come ci aiutano ad utilizzare l’energia del sole in modo efficiente.

Dato che è una delle tecnologie rinnovabili piùsicure e pulite,

è il momento che anche il grande pubblico riconosca l’efficacia di questo tipo di soluzione.

Esistono tre modalità principali con cui si può effettuare questa trasformazione:

Solare termodinamico:

  • Gli impianti solari a concentrazione, solitamente indicati come CSP sono di una tecnologia non del tutto matura
  • Producono elettricità dando calore verso un impianto basato su un ciclo termodinamico.
  • Gli specchi sono gli elementi principali
  • concentrano l’energia solare su un singolo punto per far funzionare il sistema più efficacemente.
  • L’energia accumulata da un fluido viene in seguito fatta espandere in turbine a vapore

che permettono che l’energia elettrica possa essere prodotta e immagazzinata.

Solare fotovoltaico:

  • I pannelli fotovoltaici prendono la luce solare e la trasformano in energia elettrica. 
  • La base è la cella fotovoltaica che converte la radiazione solare in corrente elettrica. 
  • I pannelli solari sono realizzati con materiali semiconduttori con proprietà di convertire a luce solare in elettricità.
  • Quando la luce li colpisce essi rilasciano degli elettroni liberi di muoversi

e vengono incanalati attraverso il dispositivo e producono una corrente elettrica.

Solare termico:

Essenzialmente è l’energia che permette di riscaldare.

Il motivo per cui i dispositivi di riscaldamento e raffreddamento solare sono indispensabili

è perché nutriamo il bisogno di non essere dipendenti dal gas naturale e dagli altri combustibili fossili.

e-commerce prodotti ecologici
e-commerce prodotti ecologici

Energia Eolica

questa energia rinnovabile è prodotta dalle turbine che cambiano il moto delle pale mosse dal vento in energia elettrica.

energia eolica
energia eolica

Lo stesso principio delle girelle di carta,

in questo modo il vento fa muovere le grosse pale della turbina generando energia cinetica.

Il movimento del vento tra le energie rinnovabili

avrebbe la possibilità da sola di coprire integralmente il fabbisogno energetico mondiale,

almeno sulla carta.

Da uno studio riportato su Nature Climate Change di Kate Marvel del Lawrence Livermore National Laboratory,

le pale per produrre l’energia dal vento, sparse uniformemente su tutta la terra,

contribuirebbero alla soddisfazione del fabbisogno di energia del mondo.

Considerando i numeri,

l’energia ricavabile in teoria dal vento

potrebbe essere circa di 2.200 TW: 400 TW prodotti dai campi a terra

e 1.800 TW generati dalle strutture di alta quota.

La situazione però non è così semplice,

chi produce e i tecnici del settore hanno accesso a pochi incentivi, lentezza delle norme e lunghe attese della burocrazia.

Soprattutto in Italia.

Energia rinnovabile del vento,alcuni numeri.

Concentrandoci nei confini del nostro Paese, nel 2018 sono prodotti 17,3 TWh dall’energia del vento,

un numero sufficiente per 17 milioni di persone.

Grazie all’eolico, l’anno scorso, si sono risparmiati 21 milioni di barili di petrolio,

circa 10 milioni di tonnellate di risparmio di CO2.

In Italia quest’energia rinnovabile genera ogni anno un flusso monetario di circa 3,5 miliardi di euro

fra investimenti indiretti e diretti e oggi conta circa 27.000 addetti.

Potenzialmente però, possiamo ancora fare molto.

Secondo i dati scientifici diffusi da Anev 

ci sono 18,4 GW di potenziale eolico da poter installare entro il 2030,

con una produzione annuale di energia elettrica di 40,1 TWh,

quindi se consideriamo la popolazione italiana, circa 661 kWh per ogni persona in un anno.

Energia Geotermica e Biomasse

L’energia geotermica è caldo sprigionato dell’interno della Terra.

centrale geotermica
centrale geotermica

Questo è all’origine di molti dei fenomeni geologici nel pianeta.

Ma, l’espressione “energia geotermica” è generalmente quella parte del calore terrestre,

che può essere estratta dal sottosuolo e sfruttata per l’uomo.

Ma ora la produzione di energia geotermica nel bel paese è di poco più dell’1% del totale,

quindi una parte marginale del fabbisogno energetico nazionale.

Andiamo ora ad approfondire l’argomento biomasse

Il termine biomassa indica una serie di materiali di origine biologica.

Generalmente scarti di attività agricole,

modificati attraverso vari procedimenti,

per ricavarne combustibili o direttamente energia elettrica e termica.

Hanno molti vantaggi!

  • Tecnologie per la produzione economiche
  • Prodotte facilmente ,scarsamente inquinante e favorisce lo sviluppo sostenibile.
  • si sfruttano meglio le risorse naturali,
  • utilizza infatti materiali di scarto che altrimenti sarebbero buttati.
  • Producono una serie di sottoprodotti utili e remunerativi, tra cui fertilizzanti.
  • Favorisce la crescita della produttività.
  • sono tra le fonti di energia più “pulite”.
  • Genera scarsissimi residui inquinanti.

Perchè passare all’energia rinnovabile?

Penso sia chiaro, le energie rinnovabili fanno bene al pianeta!

Oltretutto possono diventare una fonte di guadagno

sia per la creazione di posti di lavoro sia per il singolo cittadino come nel caso dei pannelli solari.

Quindi anche in questo caso ognuno dovrebbe dare il proprio contributo.

Si potrebbe imparare a riciclare o seguire questi 9 consigli per una vita sostenibile

A tale scopo valuta di passare ad un consumo più responsabile nella tua quotidianità.

Dai un’occhiata al nostro shop anti-inquinamento.

Ti è piaciuto l’articolo?

Supportaci con una donazione!

e-commerce prodotti ecologici
e-commerce prodotti ecologici

Entra a far parte della nostre community,seguici sui social.

facebook ecoland
facebook ecoland
instagram ecoland
instagram ecoland

Energia rinnovabile! Il futuro!