Microplastiche cosa sono?Come evitarle?

Sei preoccupato per le microplastiche?

Ti chiedi le microplastiche cosa sono?Le conosci e sai come si comportano nell’ambiente e nel nostro organismo?

Se anche tu avevi dubbi su queste domande sei finitonel posto giusto,infatti cercheremo con un pò di calma di rispondere a tutte le tue domande.

Quindi iniziamo,mettiti comodo e inizia a leggere quello che potrebbe rivoluzionare il tuo modo per approcciarti verso l’alimentazione.

Non sei il solo si stima che il 56% della popolazione sia preoccupato da queste e molti si chiedono: Microplastiche cosa sono?

Microplastiche cosa sono?

La definizione di microplastica è riferita alla dimensione dei frammenti di plastica che si formano durante il processo di degradazione 

e si riferisce a piccole particelle di materiale generalmente più piccole di un millimetro fino a livello micrometrico.

Ne esistono però di moltissime famiglie,considerando quindi il materiale da cui derivano e dei processi di lavorazione.

Microplastiche cosa sono
Microplastiche cosa sono

Sul diametro oltretutto ci sono pareri contrastanti: a seconda dei casi, va da 0,0001 a 5 millimetri.

Le grandi categorie di microplastiche in generale sono:

microplastiche primarie,quindi uscite così dalla fabbrica e prodotte dall’uomo e rappresentate da granuli e pellet di polietilene (PE), polipropilene (PP) etc..

Oppure secondarie,che si costituiscono dalla degradazione per invecchiamento ed esposizione ad agenti atmosferici,

chimici e fisici di prodotti vari,materiali tessili,sacchetti, pneumatici, ed altro.

Le bottiglie in plastica restano comunque il prodotto che inquina di più nei nostri mari ed oceani..

Dove si trovano le microplastiche?

Le microplastiche sono ovunque ed il mondo ne è ormai infestato

Nelle acque, nell suolo, negli animali e nell’uomo: Non c’è praticamente nulla che ne è privo, e dato che la produzione di plastiche mondiale è aumentata vertiginosamente,

non bisogna pensare che la situazione migliorerà facilmente.

Numerosi studi hanno documentato come le microplastiche siano presenti anche nelle feci umane!

microplastiche
microplastiche

Comunque restano moltissimi aspetti da capire meglio.

Ad esempio nei pesci: è noto che le microplastiche si accumulano nell’ intestino,ma comunque nessuno mangia l’intestino dei pesci.

Si parla del fatto che microplastiche penetrino in altri tessuti del pesce e da lì finiremmo per ingerirle anche noi.

Nello stesso modo per ciò che riguarda le acque in bottiglia di plastica, si sa che tutte contengono microplastiche.

Possiamo parlare anche di inalazione,che fine fanno le particelle bruciate dagli pneumatici?

Insomma la microplastica è ovunque ormai ma possiamo adottare dei criteri nella nostra vita per ridurla drasticamente

Effetti sulla salute

Microplastiche cosa sono e quali sono gli effetti sulla salute?

Diciamo che su questo argomento la scienza si divide,anche perchè non sono ancora stati fatti abbastanza studi per dare una risposta.

Sicuramente è chiaro che gli agenti chimici utilizzati per la produzione di molte plastiche sono nocivi per l’uomo

e che la degradazione di questi potrebbe finire nel nostro sistema linfatico.

Un esempio è il BPA (bisfenolo A), che può trasferirsi dal policarbonato nei prodotti alimentari e bevande.

Questa molecola produce alterazioni della funzionalità epatica, insulino-resistenza, disturbo del sistema riproduttivo e della funzionalità cerebrale.

Il BPA agisce come un agonista per i recettori degli estrogeni e inibisce la trascrizione dell’ormone tiroideo,

altera la funzionalità delle cellule beta del pancreas.

Una piccola deviazione: Molte bottiglie e borracce in plastica hanno questo elemento dannoso nella loro composizione,

è stato proprio da questo concetto che abbiamo pensato di offrire una gamma di borracce in acciaio inox certificate e prive di sostanze dannose.

La nostra missione è offrire prodotti ecologici che facciano bene al nostro organismo.

Se sei interessato dagli un’occhiata,visita il nostro shop

e-commerce prodotti ecologici
e-commerce prodotti ecologici

Come assumiamo le microplastiche?

Ok detto tutto questo arriviamo a questa domanda ma quante microplastiche assumiamo e come le assumiamo?

Si stima che in media nell’arco di 7 giorni assumiamo insieme ad acqua e cibo l’equivalente in frammenti di plastica del peso di una carta di credito:

250 grammi all’anno, che transitano nell’organismo con effetti poco noti sulla salute.

La quantità maggiore di particelle plastiche assunte dall’ uomo proviene dall’utilizzo di acqua in bottiglia e di molluschi, 

generalmente ingeriti interi,

senza guardare il quantitativo di materiale plastico assorbito da questi “filtri del mare” mentre sono in acqua:

Considerando lo studio voluto dal WWF, la persona mediaingerisce fino a 1.769 particelle di plastica a settimana solo bevendo acqua in bottiglia

(la ricerca dell’Università canadese ipotizza in 130 mila le particelle annue assimilabili tramite l’acqua in bottiglia,

contro le 4 mila ingeribili bevendo solo acqua da rete idrica).

Negli usa, il 94,4% delle acque in bottiglia di cui sono state fatte le analisi, conteneva microplastiche con in media di 9,6 fibre per litro.

In Europa, la percentuale di bottiglie contaminate è ridotta al 72,2% con in media di 3,8 fibre di plastica a litro.

microplastiche
microplastiche

Studi recenti hanno però definito che la plastica non è solo un problema del marie o del suolo terrestre, ma anche dell’aria.

Anche nell’aria..

Infatti la plastica si può degradare dissolvere nell’aria e le microparticelle che si formano si possono depositare su qualsiasi punto del suolo terrestre,

anche a decine di chilometri di distanza.

Ciò che si sa è che le microplastiche minori di 25 micron possono entrare nel corpo umano

tramite il naso o la bocca e quelle meno di cinque micron possono finire nel tessuto polmonare.

Vi è una grande apprensione per le particelle sottili presenti nell’aria formate dalla combustione di combustibili fossili,

tra cui carbone nero o fuliggine.

Questi sono stati collegati a una vasta gamma di impatti sulla salute, dall’asma agli attacchi di cuore.

La maggior parte dei paesi ha limiti di inquinamento atmosferico per diminuire i volumi di particelle inferiori a 10 micron,

e in particolare quelli inferiori a 2,5 micron,

conosciuti rispettivamente come standard PM 10 e PM 2,5.

Microplasiche quali sono le soluzioni?

Le soluzioni i governi stanno utilizzando sono l’alzare gli standard di produzione,

l’aumento di tasse sulla plastica e gli incentivi per lo sviluppo di alternative.

Comunque possiamo fare molto da parte nostra come evitare gli sprechi e i prodotti imballati.

Come abbiamo gia detto uno dei problemi principali sono le bottiglie in plastica,per queste la soluzione è semplice:

Evitando le borracce in alluminio(L’alluminio è dannoso per la salute)

ci troviamo a proporti le nostre borracce a doppia parete di acciaio inox.

Sono Termiche Mantengono 12 ore il caldo,24 ore il freddo,non si ammaccano e sono certificate per la salute ! Visita il nostro shop

Ti è piaciuto l’articolo?

Supportaci con una donazione!

e-commerce prodotti ecologici
e-commerce prodotti ecologici

Comunque non restare fuori,resta sempre Aggiornato seguici su:

facebook ecoland
facebook ecoland
instagram ecoland
instagram ecoland