Non inquinare, piccoli gesti per salvaguardare il Pianeta.

non inquinare

Passo dopo passo per non inquinare

Il problema dello smaltimento rifiuti è diventando una priorità: inceneritori, discariche e abbandono di ogni tipo di rifiuto sono delle vere e proprie emergenze sociali oltre che ambientali. Il traguardo è, non inquinare. Semplice no?

Sicuramente ti starai facendo moltissime domande su come imboccare questa strada, ma, la risposta è proprio dietro l’angolo, è nella tua quotidianità.

C’è’ un urgente bisogno di saperne di più sull’argomento.

Sicuramente uno degli argomenti più importanti da discutere per raggiungere il nostro obbiettivo è quello di fare una giusta raccolta differenziata. Non è altro che un modo migliore per riutilizzare i rifiuti, a vantaggio nostro e delle generazioni future. Se vi fermate a pensare anche per un solo secondo, capirete che per ogni nostra azione, si producono rifiuti. Per esempio, leggere un giornale, cucinare un piatto di pasta, bere acqua in bottiglia, lavare indumenti, utilizzare cosmetici, non sarebbe nulla, se non considerassimo che ogni giorno vengono stampate un sacco di pagine, prodotte migliaia di scatole di pasta, costruite milioni di bottiglie in plastica.

Ma quanta plastica consumi?

Il dato che mi preoccupa maggiormente è quello dell’inquinamento causato dalla plastica ed è per questo che voglio soffermarmi su questo argomento molto delicato. Giusto per farvi capire la situazione (per chi ancora la conosce bene) vi metto a disposizione delle statistiche: La produzione della plastica è aumentata di 200 volte dal 1950, con un tasso di crescita annuo del 4% fino al 2000. Nel 2016, (l’anno più recente di cui sono disponibili i dati), la produzione ha raggiunto le 396 milioni di tonnellate, che equivalgono a 53 kg per ogni persona al mondo. Di questi 396 milioni prodotti, i rifiuti plastici ammontano a 310 milioni di tonnellate, e di questi circa 100 milioni di tonnellate (1/3 più o meno) sono dispersi nell’ambiente a causa della cattiva gestione data dal loro riciclaggio. RAGAZZI, E’ FONDAMENTALE RICICLARE IN MODO CORRETTO PER NON INQUINARE.

Qual’è una delle soluzioni per non inquinare?

Una delle soluzioni è sicuramente quella della fine dell’utilizzo degli oggetti “usa e getta”.Non è sicuramente un caso che la Francia si è mossa in questo campo mettendo al bando le buste di plastica, anche trasparenti, che in Italia sono ancora presenti. Ragazzi, usara e gettare un materiale che può durare 100 anni è una follia. Un fattore ancora più allarmante è che quest’azione venga fatta più e più volte in maniera compulsiva, per ogni sorso d’acqua, per ogni porzione di pasta, ecc… Tutto questo avrebbe fatto inorridire ogni uomo dotato di buon senso 50 anni fa.

E oggi cosa si pensa?

Beh, cosa dire? Oggi ci sembra normale. Tutto normale! Il buon senso è stato perso, negli ultimi anni, usato e gettato insieme alla plastica. Piatti usa e getta, bottiglie usa e getta, fazzoletti usa e getta, pannolini usa e getta e chi più ne ha più ne metta.

Probabilmente starai pensando: ma una persona cosa può fare da sola?

Bhe amico/a mio/a, ti pongo una domanda alla quale sò già quale sarà la tua risposta: hai mai pensato se è possibile che una bottiglia di plastica, un bicchiere di plastica, una cannuccia o una posata, insomma, qualcosa che hai usato anni fa e, che poco dopo il suo utilizzo l’hai gettata a terra o buttata nel primo secchio dell’immondizia, possa essere finita in mare e, che col tempo, si possa essersi degradata andando a creare delle microplastiche che verranno mangiate dal pesce che magari stai proprio per mangiare?

Ti invito a riflettere bene prima di leggere la risposta

La risposta, è che in realtà pensavi che un pezzo di plastica, non potesse peggiorare le cose, ma invece è proprio così.Quel piccolo e insignificante pezzo di plastica che all’epoca reputavi “stupido” e, al quale non davi nessuna importanza, ora è la causa di uno dei fattori mondiali di maggior preoccupazione per la salute dell’uomo.

E sai il perchè?

PERCHE’ NON SEI SOLO TU AD AVER FATTO QUEL GESTO MA TUTTI NOI. La colpa è di tutti, indipendentemente da chi inquina e non. Ai ragazzi dev’essere insegnato il rispetto verso la natura e cosa più importante dev’esserci il buon esempio da parte di tutti. Come ho detto all’inizio: la risposta è proprio dietro l’angolo, è nella tua quotidianità.

SONO I PICCOLI GESTI CHE CAMBIANO IL MONDO.

La vera soluzione è il riuso,ovvero ,il riutilizzo di oggetti che andranno a sostituire i loro “antagonisti” monouso. Il cambiamento sarà concreto solo quando si riuscirà a infondere nei singoli individui il desiderio di salvaguardare il pianeta dal quale dipendono. Inquinare di meno è possibile, bastano le giuste accortezze e fare i giusti acquisti.

ORA STA A TE DECIDERE COSA FARE!

Ti è piaciuto l’articolo?

Supportaci con una donazione!

Visitate il nostro sito.

facebook ecoland
facebook ecoland
instagram ecoland
instagram ecoland