I tipi di inquinamento, sei sicuro di conoscerli tutti?

Quando si pensa all’inquinamento o ai diversi tipi di inquinamento, immediatamente il pensiero corre alle immagini delle città,

colme dal traffico e immerse nello smog generato dalle polveri sottili delle nostre macchine.

Oppure dall’enorme quantità di plastica che ogni giorno viene gettata in mare o che semplicemente, non ricicliamo in modo giusto.

Ma, l’inquinamento ambientale non riguarda solo l’aria o l’acqua, coinvolge anche la terra,

e può essere di diversi tipi, tutti pericolosi per la nostra salute, sebbene in modi diversi.

Imparare a riconoscere i diversi tipi di inquinamento, sapere quali sono le fonti principali e i rischi per l’ecosistema a breve e lungo termine,

è importante per chi è realmente interessato alla sostenibilità ambientale e si impegna in prima persona

per rendere il nostro pianeta quel meraviglioso giardino che dovrebbe e potrebbe tornare ad essere.

Così facendo, stiamo calpestando il nostro pianeta.

tipi di inquinamento
tipi di inquinamento

Come già riportato in “Inquinamento della terra,continui a stare con le mani in mano?”,

Esistono 9 tipi di inquinamento:

  1. idrico
  2. atmosferico
  3. del suolo
  4. radioattivo
  5. acustico
  6. termico
  7. luminoso
  8. elettromagnetico
  9. La combinazione di più tipi di inquinamento

1) Inquinamento idrico

fiume di plastica po

Avrai sicuramente sentito parlare delle “isole” di plastica (ammassi di plastica in mezzo al mare grandi come continenti),

che soffocano i fondali dei nostri oceani.

Ma oltre la plastica, c’è tanto altro materiale non biodegradabile che, una volta gettato nelle acque, entra direttamente nel ciclo vitale attraverso la vegetazione e i pesci,

per poi finire dritto sulle nostre tavole sotto forma di micro plastiche.

Per non pensare ai metalli tossici come il mercurio, che è stato trovato in concentrazioni pericolose anche nelle carni di grossi pesci predatori come i tonni.

Alcuni dei principali tipi di inquinamento idrico sono:

  • Le acque di scarico contenenti materiali organici, che per decomporsi assorbono grandi quantità di ossigeno.
  • Parassiti e batteri.
  • Fertilizzanti e tutte le sostanze che favoriscono una crescita eccessiva di alghe e piante acquatiche.
  • Pesticidi e svariate sostanze chimiche organiche (residui industriali).
  • Il petrolio e i suoi derivati.
  • Metalli, sali minerali e composti chimici inorganici.
  • Sabbie e detriti.
  • Sostanze o scorie radioattive (provenienti dalle miniere di uranio e dagli impianti di trasformazione di questi metalli, dalle centrali nucleari, dalle industrie e dai laboratori medici e di ricerca che fanno uso di materiali radioattivi).

Quali sono le conseguenze di questo tipo di inquinamento?

Una progressiva diminuzione delle disponibilità di acqua potabile a livello globale e di acqua utile alle irrigazioni del suolo.

Le sostanze contaminanti contenute nell’acqua inquinata possono provocare innumerevoli danni alla salute dell’uomo e all’equilibrio degli ecosistemi.

Inoltre, come ti anticipavo, acque inquinate danneggiano la popolazione e in generale tutti gli esseri viventi che vivono e si riproducono nelle aree marine, lacustri, fluviali ecc.

2) Inquinamento atmosferico

L’aria satura di sostanze tossiche è una delle conseguenze più negative del progresso tecnologico e dell’industrializzazione.

Gas di scarico di autoveicoli, caldaie, centrali elettriche, fabbriche, impianti di incenerimento vengono emessi nella nostra atmosfera sotto forma di sostanze nocive 

e particolarmente dannose per la salute di tutto il pianeta, sia animale che vegetale.

Tra le fonti principali dei tipi di inquinamento atmosferico troviamo:

  • Gas di scarico delle automobili a gasolio/benzina
  • Materiali di scarico di altro tipo
  • Gas di combustione di origine naturale (incendi o eruzioni vulcaniche, ad esempio) e artificiale (inceneritori industriali)
  • Trattamento dei rifiuti
  • Agenti chimici usati in ambito agricolo
  • Emissioni di CO2 da impianti di aerazione e riscaldamento di abitazioni e fabbriche
  • Solventi e agenti chimici di origine industriale

Quali sono le conseguenze di questi tipi di inquinamento?

Tra gli effetti dell’inquinamento atmosferico, i più comuni sono la formazione di banchi di smog, le piogge acide, l’inaridimento delle colture e dei campi per insufficienza di ossigeno nell’aria.

Lo smog a sua volta comporta l’aumento esponenziale dei casi di asma e allergie tra gli esseri umani, in particolare tra i bambini.

3) Inquinamento del suolo

La terra, intesa come suolo, è per sua natura vulnerabile a tutti gli agenti inquinanti, e i danni possono essere irrimediabili.

Fra le sue cause principali si contano:

  • Fuoriuscita di acque reflue da impianti industriali o fognature
  • Sversamento e Interramento di rifiuti non biodegradabili di varia natura
  • Contaminazione da pesticidi, fertilizzanti e altri agenti chimici tossici utilizzati impropriamente dalle aziende agricole e di allevamento
  • Scarichi e smaltimento dei rifiuti domestici

Un suolo inquinato è un suolo moribondo.

Le sostanze che raggiungono le falde acquifere sotterranee, inoltre,

possono danneggiare il loro delicato equilibrio.

Le interferenze possono manifestarsi e causare alterazioni pericolose nelle acque potabili,

e quindi in quelle utilizzabili dall’uomo.

Questo tipo di inquinamento porterà alla perdita degli habitat naturali degli esseri viventi, uomo compreso.

Senza contare che i “veleni” del suolo arrivano a noi attraverso i cibi che mangiamo, con tutte le terribili conseguenze sulla nostra salute.

4) Inquinamento radioattivo

Se stai pensando ad episodi come lo scoppio della centrale di Chernobyl del 1987,

è probabile che questo tipo di inquinamento sia quello che ti preoccupa maggiormente.

Le radiazioni nucleari, che danneggiano il DNA degli esseri viventi provocano gravi malattie e persino morte precoce.

Le cause/fonti principali di questi tipi di inquinamento sono:

  • Incidenti a carico di impianti termonucleari di vecchia generazione (come era, appunto, Chernobyl) con perdita di materiale radioattivo che viene rilasciato nell’ambiente
  • Scorie radioattive impropriamente o insufficientemente smaltite
  • Estrazione e lavorazione dell’uranio

5) Inquinamento acustico

Sottovalutato, ma ugualmente negativo per la nostra salute, l’inquinamento acustico è tipico dei centri urbani fortemente antropizzati.

Tra le fonti:

  • Aeroporti
  • Traffico
  • Ferrovie
  • “Movida” notturna
  • Impianti di produzione
  • Cantieri per lavori stradali

Questo tipo di inquinamento, soprattutto quando permanente, può produrre seri danni alla salute, non solo delle orecchie.

Oltre a minare la capacità uditiva di tutti noi, essere sottoposti ad un “chiasso” continuo e a forti rumori molesti peggiora la qualità della vita e aumenta fortemente il livello di stress generale.

6) Inquinamento termico

Il riscaldamento globale della terra, di cui sicuramente hai sentito parlare,

deriva direttamente dalle attività umane e ha molto a che fare con i tipi di inquinamento che abbiamo già visto.

Quali sono le conseguenze di questi tipi di inquinamento?

  • Riscaldamento delle abitazioni e delle industrie
  • Deforestazione e inaridimento del suolo
  • Urbanizzazione
  • Centrali elettriche
  • Inquinamento atmosferico ed effetto serra

L’inquinamento termico modifica il clima, generando effetti catastrofici sull’ecosistema come lo scioglimento dei ghiacci ai poli e conseguente innalzamento del livello delle acque.

7) Inquinamento luminoso

Sicuramente ti sarai accorto di quanto sia difficile ammirare il cielo stellato nelle notti d’estate.

Colpa delle tante luci cittadine che si riflettono e ci fanno sembrare la notte meno “notte”.

Le fonti di inquinamento luminoso sono:

  • L’illuminazione stradale urbana
  • Le insegne luminose sempre accese e le luci interne dei negozi
  • I grandi eventi sportivi o di spettacolo negli stadi e nei campi a cielo aperto
  • Le fabbriche che lavorano a ciclo continuo

L’inquinamento luminoso ha effetti negativi sui ritmi umani.

Se il buio non arriva mai, rischiamo di soffrire di insonnia e di conseguenti disturbi dell’umore.

8) Inquinamento elettromagnetico

Questo tipo di inquinamento è ancora un pò sottostimato ma, sicuramente,

merita di essere preso in considerazione perché tutti noi viviamo le conseguenze sulla propria pelle.

Ovviamente, mi riferisco agli effetti sul corpo e sull’ambiente dei campi magnetici generati da fonti presenti dovunque,

Tra cui:

  • Antenne per telefonia mobile
  • Impianti wireless domestici, aziendali e coperture wi-fi di grosse aree urbane
  • Campi magnetici di telefoni cellulari, smartphone e tablet sempre accesi.

Ancora non è chiaro quali conseguenze sulla salute questi dispositivi abbiano,

ma meglio rimanere prudenti.

9) La combinazione di più tipi di inquinamento

Ovviamente, tutti i tipi di inquinamento sono collegati tra di loro.

Basti considerare la connessione tra aria, acqua e suolo.

Riducendo le emissioni tossiche per quello che possiamo,(fonti di riscaldamento, all’uso delle auto, allo smaltimento dei rifiuti ecc.)

contribuiremo in piccola parte ad aumentare le speranze di vita per il pianeta, e per chi lo abiterà dopo di noi.

 Pensaci.

Ti è piaciuto l’articolo?

Tieni viva la passione degli autori supportandoci con una piccola donazione.

vi invitiamo a leggere argomenti simili nel nostro blog e a documentarvi per far si che tutti possiate dare una mano per risolvere questo problema comune.

visita il nostro blog.

Oppure prova a cambiare le tue abitudini,

prova a cambiare i prodotti che utilizzi quotidianamente..se ti va visita il nostro shop.

Ti è piaciuto l’articolo?

Supportaci con una donazione!

e-commerce prodotti ecologici
e-commerce prodotti ecologici

ISPIRA IL CAMBIAMENTO

ECOLAND.IT

facebook ecoland
facebook ecoland
instagram ecoland
instagram ecoland